Chi vorresti essere?

Standard

Imagescritto e illustrato da Arianna Papini

edito da Kalandraka

“Chi vorresti essere, Rebecca?” Avrei giurato che gli occhietti allampanati dei personaggi, i colori sbiaditi e terrosi, la rigidità delle strutture illustrative di questo libro avrebbero lasciato perlomeno perplessi i bambini. Io per prima avevo trovato inquietanti e poco comunicative a primo acchito le figure ritagliate e statiche con cui Arianna Papini racconta la trafila di fantasie di una bambina di nome Rebecca. In realtà non è così: ho scoperto testandolo che questo libro riesce a catturare l’attenzione dei bambini, trascinandoli in un percorso a staffetta che lascia un messaggio chiaro. Proprio loro, i bambini, lo colgono immediatamente: è davvero grande il dono che agli uomini è stato fatto, ovvero l’Immaginazione! La capacità tutta umana di immedesimarsi col cuore in altri esseri viventi e guardare i mondo con i loro occhi, stupirsene da un punto di vista che non è quello usuale, abbracciare tutto il creato in un unico grande sguardo e coglierlo in profondità. Una capacità alimentata dal desiderio di superare i propri limiti, da un’invidia costruttiva, per così dire, per le abilità che alcuni animali hanno. Dunque questo libro, che si legge in orizzontale come un calendario, ha richiesto da parte mia, lo ammetto, una rilettura, che mi ha indotto a comprendere il perché del piazzamento tra i finalisti del IV Premio Compostela per gli albi illustrati.

Annunci

Una risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...