Archivi tag: Anna Leotta

Arriva Lia e il Mare

Standard

cover-liaSarà il caso di dirne qualche parola anche al Castello, di questo albo illustrato, dal momento che mancano davvero pochi giorni all’uscita nelle librerie… l’autrice è proprio la sottoscritta! Quindi eccone in anteprima esclusiva per i frequentatori del castello, la prima pagina.

Lia e il Mare è la  storia di una piccola tartaruga siciliana (le tartarughe siciliane più famose, le Emys Trinacris, sono davvero minuscole! Non più grandi di un sassolino…), particolarmente curiosa e particolarmente tenace, ma soprattutto testarda nel perseguire i propri desideri e capace di accogliere con umiltà l’aiuto più inatteso. lia 1

Giorno 13 giugno il libro con le splendide illustrazioni di Anna Leotta, sarà nelle librerie di tutta Italia: andatelo a cercare!!!!!

Vi aggiornerò sulle presentazioni in programma.

L’inventore, la maestra e l’astronauta

Standard

Scritto e illustrato da Anna Leotta

Edito da Acco Editore

Vi ho già detto della mia predilezione per i libri quadrati? Questo volume  quasi quadrato è una piccola chicca editoriale. Curatissimo nella veste grafica, a partire dalle  carte di guardia in cui sono riprodotte le pagine del  quaderno scolastico del protagonista. La narrazione scorre con rari intoppi formali e incatena una serie di trovate gustosissime: dall’idea di un Leonardo che col famoso da Vinci condivide il nome e l’inventiva, fino a tutte le metatafore “astronomiche”, grazie a uno zio in qualche modo astronauta sul serio, che fa “vedere le stelle” alla maestra e “salire alle stelle” i voti del nipote. Come ovvio dal momento che  l’autrice è anche l’illustratrice, le tavole travalicano il mero compito di illustrare la storia, agguingendo dettagli sapidi come il cartello “torno subito”, esposto mentre Leonardo si ostina a rimanere su un albero con la testa tra le nuvole, la collezione di foto ricordo dei viaggi di zio Ubaldo o il labirinto che unisce la scuola al lunapark sul quale i bambini non potranno non tornare e tentare il percorso col dito, una, due tre volte, perchè si tratta di un labirinto vero…

I bambini si appassionano alla vicenda di Leonardo, che fa spavaldamente qualcosa che loro adorano fare, ovvero “instaurare relazioni inconsuete tra le cose”. Attitudine che non ha nulla a che fare col dire bugie e mette spesso in condizione di  osservare nella realtà aspetti che non tutti notano, aspetti veri quanto i più appariscenti. Lo capisce bene anche la maestra che dovrà alla fine riconsocere quanto l’eroico zio astronauta sia davvero un tipo speciale, tanto da rubarle il cuore: più eroico di così?